Villa Rustica di Montetorto

IAllontanandosi dal centro urbano, vale la pena dirigersi verso la fertile campagna di Casenuove, località di Osimo, perché qui a ridosso del colle Montetorto è stato rinvenuto un importante impianto di produzione agricola di olio e vino, databile tra la fine del I sec a.C. al IV/V sec d.C., un tempo probabilmente parte di una villa rustica romana: un sito di notevole interesse archeologico perché raro nel suo genere in Italia.

In un’area di un centinaio di metri quadrati, tutt’oggi immersa in una amena distesa di uliveti e vigneti, si possono riconoscere perfettamente gli ambienti dei grandi torchi vinari e oleari e le celle adibite alla conservazione del vino e dell’olio, ovvero la pars fructuaria dell’antica villa. Purtroppo durante i lavori di scavo non è stata individuata la pars urbana, la parte ad uso abitativo della villa, ed è per questo motivo che si ipotizza fosse una sorta di opificio, un consorzio agricolo dove si potevano portare a lavorare le uve e le olive dalle zone circostanti in un luogo prossimo al fiume Musone e all’intersezione delle più importanti vie commerciali, come la Flaminia.

Nel IV sec. fu realizzato anche un centro di lavorazione artigianale della ceramica e del metallo adiacente all’impianto produttivo. Ne sono testimonianza i numerosi orci e attrezzi rinvenuti. Oggi i reperti più importanti, sono confluiti nel Museo Archeologico della città.

Come arrivare

La villa rustia di Montetorto si trova nella frazione di Casenuove di Osimo