OSIMO

Osimo? ...Sì! 10 motivi per visitare la città dei "Senza Testa"

Perché scegliere Osimo come meta per una vacanza, un breve weekend o anche solo per un paio d’ore di passaggio nelle Marche? Ecco alcune buone ragioni per aggiungere questa cittadina fra le tappe del vostro viaggio.

3634.gif
osimo-museo archeologico-due-sposi-stele-romana

1. Osimo perché è ricca di storia, una storia lunga quasi 3.000 anni che ha lasciato una cospicua e preziosa eredità, fatta di reperti e siti archeologici, opere dell’arte e dell’architettura di importanti e nobili committenze. Rivivi il passato e le vicende di diversi popoli e personaggi che si intrecciano in un’unica città.

2. Osimo  perché cela innumerevoli misteri nel suo labirinto di grotte nel sottosuolo. Scoprirete un insolito mondo sotterraneo pieno di pozzi e cunicoli scavati nell’arenaria dalle mani dell’uomo che, da secoli, se ne serve per difendersi e per riunirsi in gran segreto, come testimoniano le arcane simbologie sulle pareti.

grotte-osimo-marche
Passeggiata ai giardini

3. Osimo  perché ti sorprende ad ogni angolo. Perdendovi tra i vicoli che si dipanano dal corso centrale, potete trovarvi improvvisamente davanti agli occhi un panorama emozionante che spazia dai Monti Sibillini alle dolci colline verdi, al mare azzurro della Riviera del Conero.

4. Osimo  perché è uno scrigno d’arte. Dietro le facciate degli eleganti palazzi del centro e delle antiche chiese, nasconde piccoli tesori che nessuno si aspetterebbe di trovare. I musei della città racchiudono le opere di maestri quali Pomarancio, Guercino, Ridolfi, Guido Reni, Simone De Magistris… solo per citare i più noti!

Guercino
Basilica_San_Giuseppe_da_Copertino_interno

5. Osimo  perché è una città che ha del miracoloso: dai voli estatici di San Giuseppe da Copertino, santo protettore degli studenti che qui trovò l’ultima dimora, al prodigio delle lacrime della Beata Vergine Addolorata di Campocavallo.  Una spiritualità che si avverte non solo negli antichi luoghi di culto, ma anche nel paesaggio circostante che invita alla contemplazione silenziosa.

6. Osimo  perché naturalmente bella. La collina sulla quale sorge è come un’isola immersa in un mare di campi perfettamente lavorati come da lunga tradizione mezzadra. Se quello che cercate è una piccola oasi di pace, l’area della Confluenza del fiume Musone fa per voi. Avrete la possibilità di pescare nei laghetti artificiali, andare in bici o a cavallo, fare una tranquilla passeggiata oppure birdwatching. La natura circostante saprà come ricaricare le vostre batterie.

equitazione
festa covo campocavallo osimo madonna covi processione tradizionale spighe grano

7. Osimo  perché ha saputo preservare le antiche tradizioni rurali. La più sentita e famosa è sicuramente la Festa del Covo la prima domenica del mese di Agosto a Campocavallo. Mani sapienti intrecciano ogni anno le spighe più belle del raccolto dei campi per creare una piccola meraviglia, il Covo o “Còu”, un carro rappresentante un luogo di culto riprodotto in scala da offrire in processione come ringraziamento alla Madonna.

8. Osimo  perché è a soli 15 km dal mare della Riviera del Conero, a venti minuti dal capoluogo Ancona, da Recanati, città natale di Leopardi e dalla Santa Casa di Loreto; a meno di un quarto d’ora da Castelfidardo, patria della fisarmonica o dal grazioso borgo medievale di Offagna e infine a mezz’ora da Jesi e i suoi castelli.

riviera-del-conero
vino-conero-osimo

9. Osimo  perché terra del Rosso Conero. Oltre all’ottimo vino, questo territorio non mancherà di deliziare il vostro palato con gusti autentici e prodotti genuini a km 0. Ritroverete tutti i tipici sapori marchigiani nelle sagre estive e autunnali.

10. Osimo  perché è una città accogliente e attenta alle esigenze di tutti per essere sempre più inclusiva.

giovani

OSIMO. vi farà “perdere la testa”!