TRADIZIONE OSIMO

Sì alle antiche tradizioni che fanno l'identità del nostro territorio

L’Italia è da sempre una nazione ricca di tradizione e feste paesane, sia religiose che popolari. Anche Osimo ne conserva diverse, dalla celebrazione del Santo Patrono San Giuseppe, alla caratteristica processione dei Covi di Campocavallo.

storica processione venerdì santo sacconi battistangola osimo

La Pasqua ad Osimo

La settimana di Pasqua prevede un appuntamento irrinunciabile per gli osimani: la storica Processione del Cristo Morto, una tradizione molto sentita dalla comunità locale ma che incuriosisce anche chi viene da fuori.

Ogni anno, all’imbrunire del Venerdì Santo, si spengono i lampioni e le insegne dei negozi e il centro storico, illuminato soltanto da alcune fiaccole, è pronto ad accogliere la tradizionale processione.

Circa 250 confratelli della Pia Unione del Cristo Morto, coperti dai caratteristici “sacconi”, vesti e cappucci neri, accompagnano in corteo per le vie della città, il cataletto ottocentesco al suono della battistangola

Il tipico rumore di questo strumento cadenza il passo dei sacconi e rompe il rispettoso silenzio assieme ai canti e alle litanie del corteo, creando un’atmosfera surreale.

festa covo campocavallo osimo madonna covi processione tradizionale spighe grano

Festa del Covo a Campocavallo

La Festa del Covo (in dialetto osimano la Festa del Cóu) è un evento tradizionale religioso che si tiene ogni anno la prima domenica di agosto a Campocavallo di Osimo.

Il covo, espressione della cultura contadina e del sentimento religioso che per secoli hanno animato il territorio osimano, è un carro che presenta una costruzione realizzata interamente di spighe di grano dai contadini del luogo. Ogni anno mani sapienti intrecciano con passione un covo differente a rappresentare un luogo di culto nel mondo.

La festa dura sempre due o tre giorni, durante i quali si susseguono ogni sera eventi musicali, teatrali e gastronomici, ma giunge al culmine la prima domenica di agosto quando il covo viene portato in processione per le vie della frazione fino al Santuario della Beata Vergine Addolorata, alla quale è consacrato.

Gatronomia

Sagre e feste

Dalla tarda primavera all’autunno, il calendario eventi si fà denso di feste popolari legate alla terra e al folklore del nostro territorio. Riscopri tutte le sagre con i loro ricchi menù:

Sagra della Fava, Sagra dei Vincisgrassi, Sagra degli Gnocchi con la Papera, Sagra dello Spaghetto, Festa della Trebbiatura, Sagra della Rana, Sagra del Pesce Fritto, Sagra della Bruschetta, Festa della Birra, Sagra del Fagiolo, Sagra del Leone.

castagne

Festa d’Autunno

L’estate lascia il passo all’autunno e Osimo lo festeggia mantenendo vivi i sapori e i colori della tradizione marchigiana!

Quando il freddo si fa pungente arriva il momento di scaldarsi con il vin brulé, le castagne la cioccolata calda e i dolci tipici casarecci, passeggiando tra le bancarelle e concedendosi una visita alla città e alle Grotte di Osimo.

Basilica_San_Giuseppe_da_Copertino_interno

Festa del Patrono San Giuseppe da Copertino

La ricorrenza è il 18 Settembre, ma anche nei giorni che precedono tale data, il centro storico di Osimo si addobba a festa per celebrare l’amato San Giuseppe da Copertino, patrono degli studenti esaminandi e degli aviatori.

Il programma religioso inizia una settimana prima ed è fatto di pellegrinaggi e solenni celebrazioni eucaristiche che si concludono l’ultimo giorno di festa con la tradizionale processione del Santo per le vie della città.

Tre giorni di fiera fanno da sfondo alle manifestazioni di carattere civile, come la corsa ciclistica, gli spettacoli teatrali, i concerti e l’imperdibile spettacolo pirotecnico finale.